Tre posti da non perdere in Corsica


Quarta isola del Mediterraneo, la Corsica, è una di quelle mete che si prestano per un viaggio on the road da vivere con spensieratezza e senza alcuna fretta. La Corsica inoltre è una meta perfetta per chi ama il mare, la natura incontaminata e la buona cucina… in via definitiva è uno di quei posti che mette d’accordo tutti per cui non ci sarà mai un valido motivo per non sceglierla!!! Se siete fortunati prenotate il vostro viaggio nei mesi di giugno o settembre quando l’isola, non piena di turisti, offre il suo meglio.

COME ARRIVARE

Partendo da Piombino si può raggiungere la Corsica in traghetto. Da Piombino partono infatti i traghetti della Corsica Ferries direzione Bastia (nord) o Ile Rousse (nord ovest) con circa 2 corse al giorno nel periodo di alta stagione. Io vi consiglio il traghetto perchè potete portarvi il vostro mezzo preferito (auto, moto o bici) e percorrere l’isola come più vi piace e in totale autonomia.

 

TRE POSTI STUPENDI IN CORSICA

La Corsica è ricca di posti meravigliosi, io ne ho selezionati tre pensando in particolar modo a coloro a cui piace molto la natura, i paesaggi mozzafiato e il mare..

 

♥ RISERVA NATURALE DI SCANDOLA

Soprannominata anche la perla della Corsica, la Riserva Naturale di Scandola, è uno dei posti più belli di tutta l’isola. Situata tra Galeria e Porto, la riserva regala paesaggi unici. Le rocce erose dall’acqua e dal vento formano calette incontaminate difficili da raggiungere via terra, l’unico modo infatti per raggiungerle è via mare.

Qui potrete tuffarvi in acque dai colori stupendi e ammirare i fondali ricchi di pesci e qualche volta di delfini. Questo per me è uno di quei posti imperdibili di tutta la Corsica…

 

♥ CALANCHI DI PIANA

Unico sito Patrimonio dell’Unesco di tutta la Corsica, i Calanchi di Piana sono delle formazioni rocciose in granito rosso che, con il contrasto creato dal blu intenso del mare e il verde della macchia mediterranea, regalano paesaggi da cartolina ♥

Per visitare i Calanchi di Piana è sufficiente munirsi di un mezzo come l’auto o la moto e percorrere la D81 verso Ota, questa strada panoramica è lunga 10 km circa e passa in mezzo proprio ai Calanchi dando la possibilità al visitatore di fermarsi di tanto in tanto per godersi il panorama e scattare foto stupende. Se lo desiderate potete parcheggiare e addentrarvi tra le rocce a piedi percorrendo uno dei tanti sentieri a disposizione, il principale è quello che parte dal ristorante Les Roches Blue. Organizzate bene questa escursione perchè in agosto ad esempio potrebbe essere molto piena di turisti per cui vale la pena alzarsi molto presto oer godere di uno spettacolo unico senza scocciature…

 

♥ DESERTO DELLE AGRIATE

16.000 ettari di paesaggi aridi incontaminati senza vegetazione né abitazioni o alcuna costruzione. L’area si estende a nord dell’isola e non è propriamente un deserto, ma una zona priva di ogni intervento di urbanizzazione, questo lo rende un posto unico, difficile ormai da trovare.

Una delle spiagge più famose è la Spiaggia di Saleccia dove sabbia bianca finissima e acqua cristallina le fanno da padrona. Si può raggiungere questa spiaggia percorrendo una strada in parte sterrata lunga circa 12 km.

 

The following two tabs change content below.
Travel blogger con un piede per terra e l’altro in volo, non riesce a star ferma più di due minuti nella stessa posizione. "If you can dream it, you can do it" di Walt Disney è la frase che giustifica ogni sua idea e scelta di vita. Viaggia. Scrive. Sorride sempre e ascolta musica. Ama sognare ad occhi aperti e svegliarsi presto la mattina. Viacolviaggio è il nome del suo blog!